Discussione:
la fede cattolica è relativistica
(troppo vecchio per rispondere)
t***@aol.com
2009-01-12 08:40:04 UTC
Permalink
le opinioni stranamente varianti su tematiche religiose e articoli di
fede indicano un approccio relativistico alla teologia. E' ciò che il
papa condanna e che invece rappresenta una prassi consolidata.
La condanna del limbo dei bambini è l'ultimo passo di un estremismo
cattolico che usa la paura del giudizio di dio per motivi di potere.

On Mon, 12 Jan 2009 05:35:28 +0100, "SalSbattezzato"
Domani il Papa abolirà il limbo
Addio al limbo. Si chiudono domani i lavori della Commissione teologica
internazionale che da lunedì scorso è riunita in Vaticano, coordinata dal
cardinale William Levada, Prefetto della Congregazione per la dottrina della
fede, con il compito di fare chiarezza sulla «sorte dei bambini morti senza
battesimo nel contesto del disegno salvifico universale di Dio». È questo il
titolo di un documento di prossima uscita, che dovrebbe sancire il
definitivo tramonto di quel luogo - anzi di quello stato - nel quale per
secoli si è creduto esistessero le anime dei bambini morti senza battesimo.
[.] Non c'è dubbio però che sia proprio il limbo e la sua abolizione ad
attirare la maggiore curiosità. Domani i membri della commissione saranno
ricevuti da Benedetto XVI che pronuncerà un discorso sugli argomenti
trattati dai teologi. È già noto quale sia, in proposito, il pensiero di
Joseph Ratzinger. Nel libro Rapporto sulla fede (1984), scritto con Vittorio
Messori, si legge infatti che «il limbo non è mai stata una verità definita
di fede. Personalmente - parlando più che mai come teologo e non come
Prefetto della Congregazione - lascerei cadere questa che è sempre stata
soltanto un'ipotesi teologica». [.] La definizione del limbo si è affermata
nel corso dei secoli pur senza diventare mai una dottrina vincolante della
Chiesa. Nel Catechismo di San Pio X si poteva leggere: «I bambini morti
senza battesimo vanno al limbo, dove non godono Dio, ma nemmeno soffrono;
perché, avendo il peccato originale, e quello solo, non meritano il
paradiso, ma neppure l'inferno e il purgatorio». Ben diverso, invece, è l'approccio
espresso dal nuovo Catechismo della Chiesa cattolica, pubblicato nel 1992,
che al numero 1261 recita: «Quanto ai bambini morti senza battesimo la
Chiesa non può che affidarli alla misericordia di Dio, come appunto fa nel
rito dei funerali per loro.Infatti, la grande misericordia di Dio, che vuole
che tutti gli uomini siano salvati, e la tenerezza di Gesù verso i bambini
ci consentono di sperare che vi sia una via di salvezza per i bambini morti
senza battesimo». Nessun accenno al limbo [.] la Commissione teologica
internazionale non è un organismo della Santa Sede e i pareri che esprime
sono contributi al dibattito, non atti del magistero. L'attualità del tema è
data anche dal fatto che oggi è invalsa la pratica di spostare a qualche
mese dalla nascita l'amministrazione del battesimo, che un tempo era invece
celebrata nei giorni immediatamente successivi al parto. Il motivo è quello
di consentire un'adeguata preparazione dei genitori e magari di
riavvicinarli alla fede. [.]
Fonte: ilGiornale.it
Io ripristinerei i forni crematori giusto per toglierci dai coglioni cotanta
Chiesa!
Maab
2009-01-12 09:04:48 UTC
Permalink
Post by t***@aol.com
le opinioni stranamente varianti su tematiche religiose e articoli di
fede indicano un approccio relativistico alla teologia. E' ciò che il
papa condanna e che invece rappresenta una prassi consolidata.
La condanna del limbo dei bambini è l'ultimo passo di un estremismo
cattolico che usa la paura del giudizio di dio per motivi di potere.
On Mon, 12 Jan 2009 05:35:28 +0100, "SalSbattezzato"
Domani il Papa abolirà il limbo
Addio al limbo. Si chiudono domani i lavori della Commissione teologica
internazionale che da lunedì scorso è riunita in Vaticano, coordinata dal
cardinale William Levada, Prefetto della Congregazione per la dottrina della
fede, con il compito di fare chiarezza sulla «sorte dei bambini morti senza
battesimo nel contesto del disegno salvifico universale di Dio». È questo il
titolo di un documento di prossima uscita, che dovrebbe sancire il
definitivo tramonto di quel luogo - anzi di quello stato - nel quale per
secoli si è creduto esistessero le anime dei bambini morti senza battesimo.
[.] Non c'è dubbio però che sia proprio il limbo e la sua abolizione ad
attirare la maggiore curiosità. Domani i membri della commissione saranno
ricevuti da Benedetto XVI che pronuncerà un discorso sugli argomenti
trattati dai teologi. È già noto quale sia, in proposito, il pensiero di
Joseph Ratzinger. Nel libro Rapporto sulla fede (1984), scritto con Vittorio
Messori, si legge infatti che «il limbo non è mai stata una verità definita
di fede. Personalmente - parlando più che mai come teologo e non come
Prefetto della Congregazione - lascerei cadere questa che è sempre stata
soltanto un'ipotesi teologica».
Mi sembra troppo semplice e troppo facile! In effetti i bambini non
battezzati,venivano sepolti senza onoranze funebri, cioè alla chetichella,
senza sacerdote ed in una parte del cimitero non consacrata!
Un'aberrazione di cui la Chiesa non ha mai riconosciuto la profonda
insensibilità e disumanità!!!
Questa decisione apre la porta a ben altri quesiti!
Con quanta leggerezza e suprficialità sono state prese decisioni
allucinanti,in nome di un non meglio identificato senso del rispetto delle
leggi legate ai Sacramenti( vedi 'l'interdizione dei funerali canonici a chi
si è suicidato!).
--
Saluti
°Maab°

"L'essenziale è invisibile agli occhi"

Antoine de Saint-Exupéry

(Il Piccolo Principe)




[.] La definizione del limbo si è affermata
Post by t***@aol.com
nel corso dei secoli pur senza diventare mai una dottrina vincolante della
Chiesa. Nel Catechismo di San Pio X si poteva leggere: «I bambini morti
senza battesimo vanno al limbo, dove non godono Dio, ma nemmeno soffrono;
perché, avendo il peccato originale, e quello solo, non meritano il
paradiso, ma neppure l'inferno e il purgatorio». Ben diverso, invece, è l'approccio
espresso dal nuovo Catechismo della Chiesa cattolica, pubblicato nel 1992,
che al numero 1261 recita: «Quanto ai bambini morti senza battesimo la
Chiesa non può che affidarli alla misericordia di Dio, come appunto fa nel
rito dei funerali per loro.Infatti, la grande misericordia di Dio, che vuole
che tutti gli uomini siano salvati, e la tenerezza di Gesù verso i bambini
ci consentono di sperare che vi sia una via di salvezza per i bambini morti
senza battesimo». Nessun accenno al limbo [.] la Commissione teologica
internazionale non è un organismo della Santa Sede e i pareri che esprime
sono contributi al dibattito, non atti del magistero. L'attualità del tema è
data anche dal fatto che oggi è invalsa la pratica di spostare a qualche
mese dalla nascita l'amministrazione del battesimo, che un tempo era invece
celebrata nei giorni immediatamente successivi al parto. Il motivo è quello
di consentire un'adeguata preparazione dei genitori e magari di
riavvicinarli alla fede. [.]
Fonte: ilGiornale.it
Io ripristinerei i forni crematori giusto per toglierci dai coglioni cotanta
Chiesa!
t***@aol.com
2009-01-12 12:58:52 UTC
Permalink
Post by t***@aol.com
le opinioni stranamente varianti su tematiche religiose e articoli di
fede indicano un approccio relativistico alla teologia. E' ciò che il
papa condanna e che invece rappresenta una prassi consolidata.
La condanna del limbo dei bambini è l'ultimo passo di un estremismo
cattolico che usa la paura del giudizio di dio per motivi di potere.
Guarda che il mio messaggio è questo! Le pulci ai messaggi altrui
valle a fare in seminario.

Aldilà delle correzioni il sugo del tuo discorso è che come al solito
l'operazione vaticana di eliminazione del limbo è giusta, anzi in
stile orwelliano dirai: non c'è mai stato!
Maab
2009-01-12 14:19:22 UTC
Permalink
Post by t***@aol.com
Post by t***@aol.com
le opinioni stranamente varianti su tematiche religiose e articoli di
fede indicano un approccio relativistico alla teologia. E' ciò che il
papa condanna e che invece rappresenta una prassi consolidata.
La condanna del limbo dei bambini è l'ultimo passo di un estremismo
cattolico che usa la paura del giudizio di dio per motivi di potere.
Guarda che il mio messaggio è questo! Le pulci ai messaggi altrui
valle a fare in seminario.
Aldilà delle correzioni il sugo del tuo discorso è che come al solito
l'operazione vaticana di eliminazione del limbo è giusta, anzi in
stile orwelliano dirai: non c'è mai stato!
Non so se hai sbagliato a quotare; non mi pare di avere detto niente che
fosse in contrapposizione a quello che dicevi,anzi!

Per sicurezza riporto, di seguito, ciò che ho scritto:
Mi sembra troppo semplice e troppo facile! In effetti i bambini non
battezzati,venivano sepolti senza onoranze funebri, cioè alla chetichella,
senza sacerdote ed in una parte del cimitero non consacrata!
Un'aberrazione di cui la Chiesa non ha mai riconosciuto la profonda
insensibilità e disumanità!!!
Questa decisione apre la porta a ben altri quesiti!
Con quanta leggerezza e superficialità sono state prese decisioni
allucinanti,in nome di un non meglio identificato senso del rispetto delle
leggi legate ai Sacramenti( vedi 'l'interdizione dei funerali canonici a chi
si è suicidato!).
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
--
Saluti
°Maab°

"L'essenziale è invisibile agli occhi"

Antoine de Saint-Exupéry

(Il Piccolo Principe)
Ukar
2009-01-12 14:28:50 UTC
Permalink
Post by Maab
Mi sembra troppo semplice e troppo facile! In effetti i bambini non
battezzati,venivano sepolti senza onoranze funebri, cioè alla chetichella,
senza sacerdote ed in una parte del cimitero non consacrata!
Un'aberrazione di cui la Chiesa non ha mai riconosciuto la profonda
insensibilità e disumanità!!!
Questa decisione apre la porta a ben altri quesiti!
Con quanta leggerezza e suprficialità sono state prese decisioni
allucinanti,in nome di un non meglio identificato senso del rispetto delle
leggi legate ai Sacramenti( vedi 'l'interdizione dei funerali canonici a chi
si è suicidato!).
Sono state decisioni umane e, come tali, frutto delle circostanze e
soggette a revisione.

Come tali soggette ad eccezioni. Ad esempio mio nonno si suicidò - io
avevo due anni - ma ebbe funerali religiosi, forse perché abbiente.

Molti "punti fermi" del cattolicesimo sono stati rivisti ed altri ne
verranno in futuro.
Sono l'ultimo che possa o voglia fare il difensore della Chiesa, ma
nel momento in cui la fede diventa Istituzione gerarchicizzata
sottostà al macchiavellico principio del "fine giustifica i mezzi".

Se poi calcoli che l'istituzione Chiesa è fatta da uomini, come tali
fallibili e comunque prodotto dei loro tempi e della relativa cultura
gli errori sono immancabili.

Quello che, a parer mio, è invece inaccettabile è l'adesione acritica
di molti fedeli al dettato religioso.
Non parlo di quelli che accettano acriticamente in quanto
culturalmente non in grado di entrare nel merito degli argomenti, ma
di quelli che, pur consapevoli, ad esempio, della criminalittà
implicita in un mancato controllo delle nascite, lo accettano solo ed
in quanto deciso dalla gerarchia religiosa.
Per non parlare di quelli che, e ve ne sono anche su questi groups,
hanno più che sufficiente cultura ed intelligenza per assumere
atteggiamenti critici, ma si appiattiscono, per mera convenienza, alla
corrente di pensiero imperante. (Un esempio per tutti: conosco
obiettori di coscienza verso l'aborto ai quali in realtà importa solo
il fatto che operano in una struttura controllata da CL, piuttosto che
dall' UDC o dalla Margherita e quindi il non essere obiettori
nuocerebbe alla carriera).
Ciao
Ukar
Maab
2009-01-12 14:51:44 UTC
Permalink
Post by Ukar
Post by Maab
Mi sembra troppo semplice e troppo facile! In effetti i bambini non
battezzati,venivano sepolti senza onoranze funebri, cioè alla chetichella,
senza sacerdote ed in una parte del cimitero non consacrata!
Un'aberrazione di cui la Chiesa non ha mai riconosciuto la profonda
insensibilità e disumanità!!!
Questa decisione apre la porta a ben altri quesiti!
Con quanta leggerezza e suprficialità sono state prese decisioni
allucinanti,in nome di un non meglio identificato senso del rispetto delle
leggi legate ai Sacramenti( vedi 'l'interdizione dei funerali canonici a chi
si è suicidato!).
Sono state decisioni umane e, come tali, frutto delle circostanze e
soggette a revisione.
Come tali soggette ad eccezioni. Ad esempio mio nonno si suicidò - io
avevo due anni - ma ebbe funerali religiosi, forse perché abbiente.
Molti "punti fermi" del cattolicesimo sono stati rivisti ed altri ne
verranno in futuro.
Sono l'ultimo che possa o voglia fare il difensore della Chiesa, ma
nel momento in cui la fede diventa Istituzione gerarchicizzata
sottostà al macchiavellico principio del "fine giustifica i mezzi".
Se poi calcoli che l'istituzione Chiesa è fatta da uomini, come tali
fallibili e comunque prodotto dei loro tempi e della relativa cultura
gli errori sono immancabili.
Quello che, a parer mio, è invece inaccettabile è l'adesione acritica
di molti fedeli al dettato religioso.
Non parlo di quelli che accettano acriticamente in quanto
culturalmente non in grado di entrare nel merito degli argomenti, ma
di quelli che, pur consapevoli, ad esempio, della criminalittà
implicita in un mancato controllo delle nascite, lo accettano solo ed
in quanto deciso dalla gerarchia religiosa.
Per non parlare di quelli che, e ve ne sono anche su questi groups,
hanno più che sufficiente cultura ed intelligenza per assumere
atteggiamenti critici, ma si appiattiscono, per mera convenienza, alla
corrente di pensiero imperante. (Un esempio per tutti: conosco
obiettori di coscienza verso l'aborto ai quali in realtà importa solo
il fatto che operano in una struttura controllata da CL, piuttosto che
dall' UDC o dalla Margherita e quindi il non essere obiettori
nuocerebbe alla carriera).
Quello che tu dici è ineccepibile,sotto il profilo della prassi: se pensi
che ogni giorno, assistiamo sistematicamente ad atteggiamenti contraddittori
all'interno della stessa chiesa, ci dovremmo rassegnare tout-court, alla
chiesa santa e peccatrice che, per me, ci potrebbe pure stare, se teniamo
conto delle variabili contenute in ogni uomo.
Quello che mi sembra troppo stridente è questo voler e, qualche volta, dover
cambiare rotta, adoperando un minimo di intelligenza, dandosi invece
giustificazioni che vanno ad offendere l'intelligenza delle persone.
Fa bene torquenada a sottolineare il relativismo della chiesa, nel quale non
ci sarebbe niente di male, se il papa non si incaponisse a condannarlo nei
suoi discorsi, come un male da combattere! Credo che l'incongruenza stia a
mille!
--
Saluti
°Maab°

"L'essenziale è invisibile agli occhi"

Antoine de Saint-Exupéry

(Il Piccolo Principe)
Ukar
2009-01-12 19:14:46 UTC
Permalink
Post by Maab
Quello che tu dici è ineccepibile,sotto il profilo della prassi: se pensi
che ogni giorno, assistiamo sistematicamente ad atteggiamenti contraddittori
all'interno della stessa chiesa, ci dovremmo rassegnare tout-court, alla
chiesa santa e peccatrice che, per me, ci potrebbe pure stare, se teniamo
conto delle variabili contenute in ogni uomo.
Quello che mi sembra troppo stridente è questo voler e, qualche volta, dover
cambiare rotta, adoperando un minimo di intelligenza, dandosi invece
giustificazioni che vanno ad offendere l'intelligenza delle persone.
Fa bene torquenada a sottolineare il relativismo della chiesa, nel quale non
ci sarebbe niente di male, se il papa non si incaponisse a condannarlo nei
suoi discorsi, come un male da combattere! Credo che l'incongruenza stia a
mille!
Quoto, ma il Papa si ritiene (chissà se veramente ci crede? Secondo
me no) portavoce di Dio in terra.
Pertanto, con il datore di lavoro che si ritrova qualsiasi capriola è
giustificata.
Credo comunque che i casi in cui la Chiesa ha DOVUTO cambiare rotta,
per adeguarsi ai tempi, siano di gran lunga maggiori di quelli nei
quali ha VOLUTO farlo.
Il relativismo della Chiesa è, come sottolinea Torquenada, un
relativismo assolutista.
Certo che il Papa combatte il relativismo, quello degli altri, quello
della scienza, quello della cultura.
Il Papa cerca ancora di illudersi di avere un gregge di pecorelle
beatamente ignoranti.
E' comunque buffo, per essere buoni, che un pastore di anime, sia
continuamente ossessionato dal corpo fisico, che dovrebbe essere solo
un involucro temporaneo per l'anima.
Basta vedere il putiferio che il Vaticano ha scatenato l'altro ieri
perché il cattolicissimo Belgio ha deliberato una legge che autorizza
l'uso anche di cellule embrionali ai fini della ricerca scientifica
medica.
Manco i belgi avessero legiferato in merito a brandelli di anima!
Il Papa ed i suoi accoliti si presentano come la guida spirituale di
questa umanità smarrita, però continuano a rompere su questioni che di
spirituale nulla hanno.
Misteri della fede!
Ukar
= = = = = =
Hic et nunc

Continua a leggere su narkive:
Loading...